01 Mar 2011

Rassegna stampa fiscale

0 Comment
Titolo: Taglio agli eco-incentivi per l’energia rinnovabile Duello Romani-Prestigiacomo
Autore: Roberto Bagnoli
Fonte: Corriere della Sera pag:  44
Si avvicina la stretta sugli eco-incentivi. Il Governo ne parlerà oggi durante il preconsiglio dei Ministri. Lo schema del decreto prevede lo stop degli aiuti dal 2014 oppure al raggiungimento del tetto degli 8mila megawatt che, per gli esperti, dovrebbe arrivare già entro il 2011 e il taglio retroattivo del 30% dei bonus per l’eolico. Opposizione, verdi e produttori del settore gridano allo scandalo sostenendo che in questo modo si compromette il futuro ‘verde’ del Paese e 150mila posti di lavoro. Per le associazioni ambientaliste l’Esecutivo vuole puntare sul nucleare. Il Ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, cerca una mediazione con la collega Prestigiacomo, irremovibile sugli incentivi. (Ved. anche Italia Oggi:’Fotovoltaico, aiuti col contagocce’ – pag. 22 e Il Sole 24 Ore: ‘Stretta sui bonus alle rinnovabili’ – pag. 22)
Titolo: Ias, salvacondotto per il passato
Autore: Norberto Villa
Fonte: Italia Oggi pag:  21
Con la circolare n. 7/E di ieri l’Amministrazione finanziaria ha fornito chiarimenti, sul fronte fiscale, per i comportamenti che devono tenere e avrebbero dovuto tenere i soggetti cosiddetti Ias adopter. La circolare delle Entrate disciplina la transizione ai fini fiscali degli standard contabili internazionali. Le regole Ias prevalgono su quelle del Tuir salvo nei casi esplicitamente previsti dalla norma. Per i soggetti Ias adopter, al posto dell’evidenza giuridico-formale delle fattispecie patrimoniali e/o reddituali, rileva la rappresentazione delle operazioni effettuata secondo la sostanza economico-finanziaria. Secondo l’Agenzia l’art. 109, commi 1 e 2 del Tuir non ha rilevanza per i soggetti Ias. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Il bilancio Ias trova le deroghe’ – pag. 27)
Titolo: Cresce il riparto per il 5 per mille. Nel 2009 assegnati 412 mln
Autore:
Fonte: Italia Oggi pag:  21
L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul suo sito internet i dati definitivi dei beneficiari del 5 per mille relativi all’esercizio 2009. Ammontano a 412 milioni gli euro stanziati agli enti iscritti e in regola con i requisiti, mentre 8milioni non sono stati assegnati per errori o perché gli enti beneficiari erano stati esclusi dal beneficio. I dati mostrano un trend in crescita. Le somme erogate sono salite di 14,5milioni di euro rispetto al 2008. Anche il numero dei contribuenti che hanno ‘esplicitato’ la loro preferenza è cresciuto (quasi 1milione in più). Cala, invece, il numero degli enti esclusi per tardiva o carente documentazione. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Il cinque per mille piace sempre di più Firmano in 15 milioni’ – pag. 30)
Titolo: Rupe senza segreti
Autore: Gabriele Frontoni
Fonte: Italia Oggi pag:  23
San Marino si adegua agli standard internazionali. Al bando il segreto bancario. Il Parlamento della Rupe ha convertito in legge il decreto ‘Misure urgenti di adeguamento agli standard internazionali in materia di trasparenza e di scambio di informazioni’. Una vera rivoluzione per il sistema finanziario della Repubblica del Titano che negli ultimi secoli ha prosperato grazie alla riservatezza delle informazioni sui titolari dei capitali depositati nelle proprie banche. All’Ufficio centrale di collegamento (Ucc) il compito di dare seguito alla collaborazione amministrativa ed allo scambio di informazioni in materia fiscale.
Titolo: Convivente, spia del fisco
Autore: Debora Alberici
Fonte: Italia Oggi pag:  25
Ok agli accertamenti fiscali per i movimenti sui conti correnti imputabili all’imprenditore. Lo ha sancito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 4775 del 28 febbraio 2011. La Sezione tributaria ha infatti respinto il ricorso di un imprenditore al quale erano stati imputati come reddito tassabile i versamenti fatti sul conto della convivente sul quale l’uomo aveva la delega. Gli ‘ermellini’ confermando il verdetto di secondo grado hanno applicato il principio secondo cui una volta acquisita la prova della riferibilità al contribuente di un rapporto di natura bancaria, opera la presunzione legale, superabile mediante prova contraria, nel caso in esame non fornita, inerente all’attribuzione dei movimenti bancari all’attività svolta dal contribuente stesso.
Titolo: Nulla la notifica effettuata al portiere della società
Autore: Debora Alberici
Fonte: Italia Oggi pag:  25
E’ nulla la notifica dell’accertamento fiscale o della cartella di pagamento effettuata al portiere dello stabile dove ha sede la società. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 4962 del 28 febbraio 2011. Per i giudici ‘ a norma del combinato disposto degli art. 139 e 145 cod.proc.civ., la notificazione alla persona giuridica non può essere effettuata, in mancanza delle persone menzionate da quest’ultima norma, in mani del portiere dello stabile in cui essa ha sede, e il richiamo all’art. 139 opera solo per l’eventualità che l’atto da notificare faccia menzione della persona fisica che rappresenta l’ente’.
Titolo: Mini-enti, incompatibilità soft
Autore: Francesco Cerisano
Fonte: Italia Oggi pag:  26
La legge n. 10/2011, di conversione del dl ‘milleproroghe’ pubblicata sulla G.U. n. 47 fa tirare un sospiro di sollievo ai tanti piccoli comuni che detengono quote nelle società di utility. Non ci sarà, infatti, più conflitto di interessi tra chi ricopre cariche in società partecipate dal comune e la poltrona di sindaco se l’ente non supera i 3mila abitanti e la partecipazione nella società sia inferiore al 3%. Una tabella a margine dell’articolo riepiloga le novità normative per gli enti locali.
Titolo: Fondi d’investimento per cassa
Autore: Stefano Loconte
Fonte: Italia Oggi pag:  27
La conversione in legge del decreto ‘milleproroghe’ riforma radicalmente la tassazione dei fondi mobiliari di investimento. La tassazione dei fondi italiani nonché dei fondi lussemburghesi storici è stata equiparata a quella prevista per i fondi esteri armonizzati. I fondi comuni italiani, a prescindere dall’oggetto dell’investimento, sono stati esclusi dall’assoggettamento dalle imposte sul reddito e dall’Irap, a favore dell’introduzione di un regime di tassazione utili prodotti, direttamente in capo ai partecipanti al fondo e sulla base del c.d. ‘principio di cassa’. Dal 1° luglio 2011, infatti, la tassazione dei fondi di investimento passerà dal cd. ‘regime di tassazione per maturazione’ al cd. ‘regime di tassazione per cassa’.
Titolo: Cassa commercialisti, richiamo di Siciliotti
Autore: Ignazio Marino
Fonte: Italia Oggi pag:  31
‘La mancata unificazione della previdenza dei ragionieri e dei dottori commercialisti è un fallimento per la categoria’. Lo ha detto, venerdì scorso, a Reggio Calabria, il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, Claudio Siciliotti che ha aggiunto: ‘Occorre ripartire da qui per trovare una soluzione tecnica a un problema tecnico’. Siciliotti ha invitato i presidenti delle due casse, Walter Anedda e Paolo Saltarelli, entrambi presenti, a riprendere il dialogo. Coinvolti anche i rappresentanti di tutti i sindacati di categoria.
Titolo: Versamenti a rischio in presenza di perdite
Autore: Luca De Stefani
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  10
Gli squilibri finanziari delle imprese possono essere sanati con la ricapitalizzazione dei soci. Questa metodologia è stata favorita anche dallo scudo fiscale. Dopo la regolarizzazione o il rimpatrio, infatti, il denaro e le altre attività scudate ‘possono essere destinate a qualunque finalità’. I soci possono poi versare denaro nella casse societarie tramite finanziamenti a titolo di mutuo o versamenti a titolo di dotazioni patrimoniali. La loro differenza riguarda la modalità di restituzione, prevista solo nel primo caso. I versamenti, infatti, possono essere restituiti solo in sede di liquidazione della società, ma le eventuali perdite d’esercizio possono rappresentare un rischio.
Titolo: Federalismo blindato al traguardo
Autore: Eugenio Bruno
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  20
Fisco municipale. Oggi il Ministro Calderoli illustrerà alla Camera i contenuti del quarto decreto attuativo del federalismo. Il testo sarà votato domani. Rispetto a quanto avvenuto al Senato il Governo potrebbe decidere di porre la fiducia per evitare il rischio imboscate. La decisione verrà presa oggi ma la ‘blindatura’ appare probabile. ‘Se saranno presentati documenti su cui verrà chiesto il voto – ha detto Calderoli – il Governo porrà la fiducia’.
Titolo: Abuso di diritto in cerca di legge
Autore: Antonio Criscione
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  28
Abuso di diritto: sono tre le proposte di legge presentate alla Camera dei deputati. Su queste tre proposte la scorsa settimana è iniziato l’esame. Il programma delle audizioni non è ancora stato fissato dalla commissione Finanze e, in attesa, emerge che verranno ascoltati il direttore dell’Agenzia delle Entrate, i rappresentanti degli intermediari fiscali e di Assonime, le organizzazioni datoriali e l’Abi. Alla proposta del relatore Maurizio Leo si aggiungono quelle del Pd Ivano Strizzolo e dell’esponente Pdl Giorgio Jannone.
Titolo: I versamenti in più si possono riavere anche senza istanza
Autore: Francesco Falcone e Antonio Iorio
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  28
Con la sentenza n. 4776 del 28 febbraio 2011 la Corte di Cassazione ha precisato che la dichiarazione dei redditi è sempre emendabile a favore del contribuente e per il recupero delle maggiori imposte versate non è sempre necessario presentare l’istanza di rimborso. Per i giudici la dichiarazione è emendabile e ritrattabile allorché dalla stessa possa derivare l’assoggettamente del dichiarante a oneri contributivi diversi e più gravosi di quelli che, per legge, devono restare a suo carico.
Titolo: Il decreto milleproroghe
Autore:
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  44
Il Sole 24 Ore pubblica un inserto sul decreto legge ‘milleproroghe’ convertito nella legge n. 10/2011 pubblicata sul Supplemento ordinario 53/L alla Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2011.
[top]