05 Mar 2011

Rassegna stampa fiscale

0 Comment
Titolo: Partita aperta sui bilanci locali
Autore: Gianni Trovati
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  27
Il decreto sul fisco comunale non ha ancora sciolto tutti i dubbi. Intanto viene dato per certo il rinvio al 31 maggio per i preventivi. I punti da chiarire per costruire bilanci comunali certi sono sei e mettono in gioco 12 miliardi di euro. Si va dalla compartecipazione Iva che nel 2011 deve garantire ai primi cittadini 2,9 miliardi, al fondo sperimentale di riequilibrio per il quale il decreto legislativo prevede una distribuzione così formulata: il 30% della sua dotazione ai comuni il base alla popolazione; il 20% della quota restante ai piccoli comuni che gestiscono servizi in forma associata e una quota da stabilire per il comune in cui si è prodotto il gettito.
Titolo: Anche i contributi aiutano i rimborsi Iva
Autore: Luca Gaiani
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  28
Con la circolare n. 10/E di ieri l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che nel conteggio del limite rimborsabile senza garanzie si computano anche i versamenti dei contributi Inps anche se effettuati mediante compensazione con crediti tributari. Tra i rimborsi che riducono il limite si comprendono sia quelli effettivamente erogati, sia i crediti utilizzati in compensazione nel modello F24. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Rimborsi Iva, conta anche l’Inps’ – pag. 29)
Titolo: Controlli basati sui proventi per il non profit
Autore: Marta Saccaro
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  28
Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha messo a punto le linee guida che i soggetti incaricati dell’attività di controllo all’interno delle organizzazioni senza fine di lucro devono seguire. Il documento cerca di coprire il vuoto normativo esistente su questo punto. Le linee guida prevedono la figura di un organo di controllo, monocratico o collegiale, in funzione dei proventi e delle dimensioni delle organizzazioni. L’attività di controllo dovrebbe essere distinta, inoltre, in attività di vigilanza e revisione contabile. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Revisione di qualità nel non profit’ – pag. 33)
Titolo: Sui leasing immobiliari la sostitutiva si paga online
Autore: L.D.S.
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  28
A partire dall’8 marzo sarà possibile pagare, con modalità telematica, l’imposta sostitutiva sui contratti di leasing immobiliare che dovrà essere versata entro la fine del mese. L’imposta sostituisce quanto sarebbe stato dovuto all’atto del riscatto, in caso di leasing di immobili stipulati prima del 1°gennaio 2011. Gli utilizzatori degli immobili o le società di leasing dovranno utilizzare esclusivamente i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. (Ved. anche Italia Oggi: ‘Leasing immobiliare telematico’ – pag. 27)
Titolo: Conciliazione nel rito tributario
Autore: Gianni Macheda
Fonte: Italia Oggi pag:  25
E’ a buon punto il progetto di riforma della giustizia tributaria. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ci sta lavorando e secondo quanto risulta a ItaliaOggi vedrà la divisione del rito in due parti. Una fase precontenziosa affidata ad organismi con composizione mista, di natura amministrativa, aventi funzione conciliativa. E una fase giudiziaria, costituita da un unico grado di merito, demandata a magistrati di carriera, occupati a tempo pieno, provenienti dalla magistratura ordinaria o da quelle speciali. I magistrati, però, non ci stanno e alzano le barricate.
Titolo: Iva infiammabile
Autore: Debora Alberici
Fonte: Italia Oggi pag:  28
No alla detrazione Iva se le scritture contabili sono andate distrutte a causa dell’incendio. Per ottenere il beneficio il contribuente dovrebbe ricostruire il volume d’affari facendosi lasciare copia dei documenti dai clienti e dai fornitori. Lo ha sancito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5182 del 4 marzo 2011. Secondo la sezione tributaria, così, il caso fortuito non garantisce al contribuente la possibilità di fruire dell’agevolazione fiscale.
Titolo: Abuso di diritto, tre proposte affinché lo preveda la legge
Autore:
Fonte: Italia Oggi pag:  28
Tre proposte di legge hanno iniziato la scorsa settimana il loro iter parlamentare. L’obiettivo è quello di introdurre nel nostro ordinamento l’istituto dell’abuso del diritto finora contemplato solo in sede giurisprudenziale e dottrinaria. La commissione finanze della Camera ha deciso di avviare un ciclo di audizioni in materia che comprenderà incontri con i rappresentanti delle categorie professionali, delle organizzazioni datoriali e dell’Abi, con lo scopo di elaborare un testo unificato da adottare come bozza di base. Le tre proposte di legge sono state presentate da Maurizio Leo (Pdl), Ivano strizzalo (Pd) e Giorgio Jannone (Pdl).
Titolo: Cedolare secca con doppio avviso
Autore: Andrea Bongi
Fonte: Italia Oggi pag:  30
L’opzione per la cedolare secca dovrà essere comunicata separatamente sia all’inquilino che al fisco. Al conduttore, il locatore dovrà inviare una raccomandata. Una seconda comunicazione relativa all’opposizione per il regime ad imposta sostitutiva dovrà essere effettuata, sempre dal locatore, sulla base delle modalità tecniche che saranno definite dall’Agenzia delle Entrate con un provvedimento che dovrà giungere entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto sul federalismo municipale. Se entrambe le comunicazioni verranno effettuate regolarmente il nuovo regime ad imposta sostitutiva potrà essere utilizzato, magari già dal 1° gennaio 2011.
Titolo: Commercialisti pronti alla media-conciliazione
Autore: Ignazio Marino
Fonte: Italia Oggi pag:  33
Ieri, a Bari, si è tenuto il primo meeting dell’Aidc, l’Associazione nazionale dottori commercialisti. La categoria ha fatto il punto su mediazione, conciliazione e federalismo. Felice Ruscetta, consigliere delegato, ha manifestato l’interesse dei professionisti alla riforma attuata con il decreto legislativo n. 28/2010. In vista del 21 marzo, data di entrata in vigore del tentativo obbligatorio di conciliazione, il Consiglio nazionale sta elaborando un regolamento che gli iscritti dovranno osservare. All’incontro ha partecipato anche il Ministro per gli Affari regionali, Raffaele Fitto, che ha aperto alla possibilità di una proroga sull’attuazione del federalismo regionale.
[top]