09 Mar 2011

Rassegna stampa fiscale

0 Comment
Titolo: Il 55% guarda al 31 marzo 2011
Autore: Maurizio Bonazzi
Fonte: Italia Oggi pag:  30
L’Agenzia delle Entrate ricorda che il 31 marzo 2011 scade il termine per l’invio telematico della comunicazione relativa ai lavori per i quali viene riconosciuta la detrazione del 55%. Chi ha in corso i lavori che non sono terminati entro il 31 dicembre 2010 deve effettuare la comunicazione. La mancata trasmissione del modello non comporta la decadenza dal beneficio fiscale, come ha sostenuto l’Amministrazione finanziaria con la circolare n. 21/E/2010, ma la legittimità della detrazione è ancorata alla presenza della comunicazione o, in alternativa, a un’autocertificazione resa dal contribuente. Pertanto, in assenza dell’una o dell’altra si perderebbe il beneficio.
Titolo: La pace con il fisco vale 5 mld di euro
Autore: Valerio Stroppa
Fonte: Italia Oggi pag:  31
Nel 2010 gli incassi registrati con gli istituti deflattivi del contenzioso sono stati quasi 5 miliardi di euro. Una cifra superiore a quelle relative al 2005 e al 2006 messe insieme. Dei circa 400 mila accertamenti emessi ogni anno dalle Entrate circa la metà si chiude con l’adesione del soggetto accertato, mentre il 15% viene impugnato in giudizio. Il restante 35% viene lasciato decorrere dai contribuenti, spesso nullatenenti o comunque non intimoriti dalla possibile aggressione patrimoniale della riscossione. Ora il fisco ha avviato controlli anche sui soggetti che hanno presentato l’istanza Vies per l’effettuazione di operazioni intracomunitarie.
Titolo: Evasione con punibilità limitata
Autore: Debora Alberici
Fonte: Italia Oggi pag:  32
La Cassazione, con la sentenza n. 8982 dell’8 marzo 2011, rivede i limiti della punibilità per evasione fiscale. Affinché scatti la condanna è necessario che la soglia di imposta non versata al fisco sia calcolata al netto dei costi sostenuti dal contribuente. Spetta al giudice penale individuare tale soglia. Questa, può anche disattendere quanto accertato dalla commissione tributaria provinciale. I giudici di legittimità hanno annullato con rinvio la condanna per evasione fiscale nei confronti di tre amministratori di fatto che, secondo le indagini della Ctp, avevano superato i 77mila euro richiesti dalla legge per la punibilità, senza considerare i costi sostenuti dalla piccola azienda.
Titolo: L’omissione dell’Intrastat ? Solo illecito amministrativo
Autore: Debora Alberici
Fonte: Italia Oggi pag:  32
Con la sentenza n. 8962 dell’8 marzo 2011 la Corte di Cassazione ha stabilito che la mancata presentazione del modello Intrastat non costituisce un raggiro sanzionabile penalmente ma solo un illecito amministrativo. Affinché si possa imputare il reato di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici è necessario non solo che il contribuente indichi nelle dichiarazioni annuali un ammontare inferiore a quello effettivo, ma anche il dolo specifico del fine di evadere le imposte sui redditi o sull’Iva, nonché che ciò avvenga sulla base di una falsa rappresentazione delle scritture contabili e che il soggetto si sia avvalso di mezzi fraudolenti per ostacolare l’accertamento della falsa rappresentazione. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Per la frode non basta l’omissione dell’Intrastat’ – pag. 39)
Titolo: Non è reato far fatturare la parcella a una società
Autore: Alba Mancini
Fonte: Italia Oggi pag:  32
Il consulente che non fattura direttamente la parcella ma la pone a carico di una società semplice non commette il reato di fatture false, a patto però che questo non costituisca un risparmio fiscale. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 8972 depositata l’8 marzo 2011. I giudici della terza sezione penale hanno dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Napoli presentato contro il dissequestro dei beni di moglie e marito, soci di una sas. L’uomo aveva emesso delle fatture per le attività svolte in qualità di consulente finanziario. (Ved. anche Il Sole 24 Ore: ‘Non scatta l’evasione se l’erario incassa di più’ – pag. 39)
Titolo: Trenta fallimenti al giorno
Autore: Attilio Geroni
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  7
Picco negativo per il fallimenti. Nel 2010 sono state aperte oltre 11mila procedure d’insolvenza, circa una trentina al giorno, con una crescita del 30% rispetto al 2009. E’ stato il valore più alto da quando è stata riformata la normativa sulla crisi d’impresa. I dati diffusi dal Cerved Group, pur negativi, lasciano però intravedere uno spiraglio di ottimismo: nell’ultimo trimestre del 2010 le procedure aperte hanno registrato una flessione dell’8,8%. La crisi economica ha colpito duramente il settore manifatturiero, con 5mila fallimenti. La causa di ‘decessi’ è spesso legata alla carenza di liquidità.
Titolo: La sostitutiva anticipa al 31 marzo
Autore: Gian Paolo Tosoni
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  8
Il 31 marzo 2011 scade il termine per il versamento dell’imposta sostitutiva delle imposte ipotecaria e catastale per tutti i contratti di locazione finanziaria di immobili in esecuzione al 1° gennaio 2011. L’obbligo è stato introdotto dalla legge n. 220/2010 (legge di stabilità 2011). Dallo scorso 1° gennaio le predette imposte sono dovute interamente al momento dell’acquisto del fabbricato da parte della società di leasing mentre per il riscatto si scontano nella misura fissa. L’obbligo di versamento scatta per i leasing in corso al 1° gennaio di quest’anno e anche per tutte le operazioni stipulate prima del 4 luglio 2006. L’imposta sostitutiva è dovuta nella misura del 2% per i fabbricati strumentali e del 3% per quelli abitativi.
Titolo: Accordo territoriale quadro per la produttività
Autore: Giorgio Pogliotti
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  33
Confindustria e parti sociali hanno sottoscritto ieri le linee guida per usufruire della detassazione al 10% sul salario di produttività. L’accordo è giunto in attuazione della circolare n. 3 del Ministero del Lavoro e dell’Agenzia delle Entrate che vincola la concessione dell’aliquota fiscale agevolata alle sole quote di reddito legate ad incrementi di produttività, a condizione che sia oggetto di un accordo sindacale di secondo livello in ambito di contratto aziendale o territoriale. Lo schema di accordo quadro servirà come riferimento per le singole intese sottoscritte a livello provinciale o territoriale.
Titolo: Redditometro aggiornato al 2009
Autore: Antonio Criscione
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  37
Luigi Magistro, direttore centrale Accertamento dell’Agenzia delle Entrate, nel corso di un convegno organizzato dalla cattedra di diritto tributario dell’Università Cattolica di Milano ha reso noto che i tecnici del Ministero di Via XX Settembre stanno aggiornando il redditometro ai dati delle dichiarazioni presentate nell’autunno del 2010 e relative all’anno 2009. Questo per offrire una stima ancora più attendibile dei redditi dei contribuenti. Magistro ha anche affermato che nelle prossime istruzioni l’Amministrazione finanziaria seguirà quanto espresso dalla Cassazione sull’obbligo di dar conto delle spiegazioni dei contribuenti sugli studi di settore.
Titolo: Irap e ‘piccoli’: nuove istruzioni
Autore: An.Cr.
Fonte: II Sole 24 Ore pag:  37
Sono in arrivo nuove istruzioni a favore degli uffici delle Entrate per recepire le indicazioni espresse dai giudici di legittimità sui piccoli imprenditori che non devono essere automaticamente assoggettati a Irap. L’indicazione è venuta nel corso di un convegno sugli istituti deflattivi del contenzioso svoltosi presso l’Università Cattolica di Milano. Antonio Nuzzolo, ufficio centrale per il governo del contenzioso, ha chiarito che per l’Agenzia la lite migliore è quella che si evita.
[top]