22 Nov 2013

Gli acconti fiscali slittano al 10 dicembre 2013

0 Comment

Il termine per il pagamento del secondo acconto 2013 di Ires, Irpef e Irap slitta di dieci giorni. Il Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2013 ha annunciato la proroga al 10 dicembre 2013 per i pagamenti.

Lo slittamento, che verrà ufficializzato da un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, potrebbe però  non essere l’ultimo. Lo spostamento si rende necessario per permettere a tutti coloro che devono operare in questo campo di farlo senza corse (bontà loro!).

Sulla scia di questo ennesimo rinvio fiscale si potrebbe andare ad inserire anche lo spinoso discorso Imu. La Camera ha approvato una risoluzione con la quale si chiede all’Esecutivo di far slittare anche il termine per il pagamento del saldo Imu per coloro che essendo in possesso di seconde case, imprese e negozi sono tenuti a versarlo; allo stesso tempo, si è prospettato di chiedere ai Comuni di anticipare i termini della pubblicazione delle loro aliquote.

Unica certezza, al momento, sembra essere la maggiorazione che gli acconti di quest’ultima parte dell’anno hanno subito: con l’acconto Irpef cresciuto al 100%,  l’acconto Ires che è destinato a salire al 103% per bilanciare la cancellazione della prima rata Imu sull’abitazione principale e i terreni agricoli, per tornare poi al 100% nel 2014 e con l’imposta regionale che è destinata a seguire i parametri previsti per l’imposta sui redditi versata dal contribuente. Su quest’ultimo punto manca la necessaria chiarezza.

Bisognerà pertanto attendere l’apposito decreto per la conferma delle prime informazioni. Appare però evidente come, in campo fiscale, regni sempre più l’assoluta incertezza delle norme.

[top]