08 Gen 2014

Notifiche di Equitalia a mezzo PEC: avvio anche nel Veneto

0 Comment

Pur in mancanza di qualsiasi comunicazione ufficiale (la sezione comunicati stampa del sito di Equitalia non riporta nulla in tal senso) i contribuenti del Veneto stanno ricevendo la notifica delle cartelle esattoriali a mezzo della Posta Elettronica Certificata (PEC).

Tale modalità di notifica era già stata attivata in via sperimentale per le persone giuridiche aventi sede nelle regioni  Molise, Toscana, Lombardia e Campania (comunicato stampa del 24 giugno 2013) a decorrere dal secondo semestre 2013.

Si ricorda che le persone giuridiche (società ed enti)  devono essere in possesso di PEC già dal 2011, mentre per le ditte individuale l’obbligo si è concretizzato con il 30 giugno 2013. Entrambe le tipologie di imprese dovrebbero avere già effettuato la richiesta comunicazione al registro delle imprese.

La Posta Elettronica Certificata è un mezzo di comunicazione che consente di inviare e-mail con valore legale, quindi opponibile a terzi. L’invio di un messaggio con la PEC è equiparato a una raccomandata postale con avviso di ricevimento grazie a cui si attesta giorno ed orario esatto della spedizione e della ricezione. Inoltre, grazie ai protocolli di sicurezza utilizzati, il sistema è in grado di garantire l’integrità del contenuto e degli eventuali allegati.

È oltremodo importante monitorare costantemente il proprio indirizzo PEC al fine di evitare che le notifiche, che in futuro si aggiungeranno a quelle già avviate dagli enti previdenziali, dalle camere di commercio Equitalia ed altri, diventino definitive senza averne avuta cognizione.

Il controllo della PEC dovrebbe essere effettuato almeno con cadenza settimanale o, al massimo, quindicinale  onde evitare il decorso di termini (nella maggioranza dei casi 30 o 60 giorni) per gli eventuali adempimenti conseguenti all’obbligo notificato o alla loro eventuale  impugnazione.

È da notare come sia ragionevole attendersi, in un futuro non troppo lontano, l’utilizzo del medesimo strumento anche per la notifica di atti quali multe per violazioni al codice della strada o avvisi di accertamento di tributi ed imposte.

[top]