15 Giu 2015

Sponsorizzazioni deducibili … con attenzione

0 Comment

Con la sentenza n. 10914 del 27 maggio 2015 la Suprema corte di cassazione segna un confine netto fra spese di sponsorizzazione e spese di pubblicità.

  • Le prime sono infatti finalizzate ad accrescere il prestigio e l’immagine dell’impresa, ma non a pubblicizzarne i prodotti, i marchi o le attività; avendo tali requisiti la sponsorizzazione è deducibile nei limiti e con le regole delle spese di rappresentanza;
  • le seconde sono invece interamente deducibili senza (particolari) vincoli: la sentenza chiarisce che chi pretende di dedurre tali spese deve dimostrare la congruità dei relativi costi rispetto ai ricavi e all’oggetto sociale, nonché dare conto dei vantaggi che deriverebbero alla propria attività grazie a tale forma di pubblicità.

Pertanto gli operatori sono chiamati ad una attenta e puntuale documentazione delle aspettative e (ove presenti) degli effetti di tali investimenti, non potendosi limitare ad una generica “speranza di ritorno”, se non configurando fiscalmente gli stessi quale “spesa di rappresentanza” con tutte le conseguenze in ordine alla (più limitata) deducibilità.

 

[top]