09 Apr 2019

Bollo su fatture elettroniche alla prova della prima scadenza.

0 Comment

La scadenza per il pagamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche del primo trimestre 2019 è fissata al 23 aprile (scadenza del 20 ma prorogata al primo giorno feriale utile). Tale data inaugurerà la nuova modalità di pagamento istituita in parallelo all’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica ma, ad oggi, manca l’atteso modello F24 predisposto dall’Agenzia delle Entrate.
Non è dato peraltro sapere quando l’Agenzia delle Entrate predisporrà l’annunciato modello (con il calcolo esatto dell’importo dovuto a titolo di bollo sulle fatture emesse senza l’applicazione dell’IVA). Tale ritardo è probabilmente motivato dalla possibilità concessa di emissione delle fatture elettroniche entro il termine per la liquidazione IVA del mese successivo, senza l’applicazione di sanzioni. Una circostanza che rende al momento impossibile calcolare in maniera esatta l’imposta dovuta sulle fatture relative ai mesi di gennaio, febbraio e marzo.
L’attesa dovrebbe, ragionevolmente, protrarsi almeno fino al 16 aprile, ma questa è una mera ipotesi perché l’Agenzia delle Entrate per il momento tace, nonostante il ruolo centrale attribuitole dal decreto del MEF dello scorso 28 dicembre che ha “rivoluzionato” le regole per il versamento del bollo virtuale.

[top]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *